Eremo

L’ultimo arrivato in casa SAIO. Più che una sorpresa è una promessa mantenuta. Elegante, ricco, rotondo e complesso, è un rosso di grande densità e struttura. Seguiremo con particolare curiosità il suo invecchiamento per lasciarci stupire dalla sua evoluzione. Il nome deriva dal luogo sacro in cui San Francesco si recava a pregare, appena fuori dalla città di Assisi. Un luogo preziosamente custodito dal fitto bosco del monte Subasio.

Scarica la Brochure

Categoria:
Descrizione

Classificazione: Umbria I.G.T.

Uvaggio: 50% Cabernet Franc 50% Sangiovese

Numero di bottiglie: 7000

Altitudine dei vigneti: 300 metri s.l.m.

Tipologia di terreno: Medio impasto sassoso

Sistema di allevamento: Cordone speronato

Produzione per ettaro: 60 Q.li

Densità di impianto: 4000 ceppi per ettaro

Epoca di vendemmia: In due fasi, il Sangiovese nella seconda decade di settembre e il Cabernet Franc all’inizio di ottobre

Maturazione e affinamento: Il Cabernet Franc matura in barriques di rovere francese di media tostatura per 6 mesi per poi unirsi al Sangiovese maturato in acciaio. Dopo l’imbottigliamento segue un affinamento in bottiglia per 3 mesi.

Gradazione alcolica: 13% Vol.

Colore: Rosso rubino intenso, con un leggero tono granato

Naso: Mirtilli, tabacco, liquirizia, frutti di bosco. Piacevolmente minerale

Palato: Buon corpo, tannini ben levigatie avvolgenti

Abbinamenti: Perfetto per gli abbinamenti classici dei vini rossi, ma con la particolarità del Cabernet Franc, è ottimo fresco d’estate con il nostro tartufo estivo, con i porcini, con l’agnello estivo a scottadito o con le grigliate in genere, anche con le verdure gratinate. È insomma “nuovo” da provare. In inverno si comporta come un rosso ben strutturato, ma non invadente: con ragù bianchi di chianina o piccione, con porcini, con pasta fresca al farro, condita anche con formaggi fusi e con castagne, ma anche con passate di fagioli, ceci o zuppe di legumi in genere.

Marilena Badolato

Temperatura di servizio: 16-18°C in calice ampio